Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_canberra

Eventi

 

Eventi

La collaborazione bilaterale in campo scientifico è promossa attraverso l'organizzazione di convegni e simposi su aree tematiche di interesse per le due comunità quali per esempio la biomedicina, la nanoscienza & nanotecnologia, le applicazioni della radiazione di sincrotrone, le tecnologie avanzate che riguardano le energie rinnovabili, l'osservazione della terra ed il remote sensing, la scienza e la tecnologia spaziale, la fisica nucleare, l'astrofisica, la matematica pura e applicata, la sicurezza alimentare, le applicazioni di tecniche avanzate per la caratterizzazione e la conservazione del patrimonio culturale. Negli ultimi anni questi eventi hanno visto la partecipazione di un numero significativo di accademici, ricercatori e imprenditori provenienti dall'Italia e dall'Australia. Il Dipartimento dell'Industria e la Scienza australiano così come altri enti nazionali di ricerca come l'ANSTO (Australian Nuclear Science and Technology Organization), il CSIRO (Commonwealth Scientific e Industrial Research Organization) e le università australiane hanno co-finanziato la maggior parte di questi eventi.

È stato inoltre organizzato e pianificato il settimo incontro, svoltosi il 10 novembre 2015 presso la residenza dell’Ambasciatore d’Italia, del Circolo degli Addetti Scientifici a Canberra (inaugurato il 27 giugno 2012, promosso ed organizzato dall'Addetto Scientifico, assieme al collega dell'Ambasciata Svizzera). Erano presenti all’incontro gli addetti scientifici delle rappresentanze diplomatiche accreditate a Canberra di Svizzera, Francia, Germania, Regno Unito, Canada, USA, Austria, Olanda, Cina, Giappone, Taiwan, la Federazione Russa, Messico, e Vietnam assieme a numerosi soggetti australiani quali la Vice Ministro dell'Industria, l’Innovazione e della Scienza Karen Andrews, il CSIRO, il Gruppo degli Otto (Group of Eight, un raggruppamento di otto delle più prestigiose e rinominate Università Australiane), l'Accademia Australiana per la Scienza, l'Accademia Australiana per le Scienze Tecnologiche e Ingenieristiche (ASTE, Australian Academy of Technological Sciences and Engineering), l’Australian Research Council, Il DSTG (Defence Science and Technology Group), il National Health and Medical Research Council, l’Australian Institute of Marine Science, l'Ufficio del Capo Scienziato Australiano, l’Australian Nuclear Science and Technology Organization, il National Measurement Institute, il Bureau of Meterology, il Geoscience Australia, l'Australian Antarctic Division e rappresentanti del Dipartimento per l'Industria, l'Innovazione e la Scienza e del Dipartimento per l’Istruzione.

 

Convegni e Simposi

Forum italo-australiano delle scienze e dell’innovazione, Canberra 15 maggio 2017

VII conferenza scienziati italiani in Australia 'Italian Scientists Down Under', Brisbane 23 marzo 2017 (programma).

Incontro con scienziate italiane operanti in Australia, in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura in Sydney, 9 marzo 2017. Nonostante sia in Italia che in Australia un cospicuo numero di donne sia in possesso di un dottorato e sia già impegnato in ricerche scientifiche, un numero molto inferiore di donne si ritrova in posizioni di spicco nelle università e nei centri di ricerca, con meno del 20% in Australia e del 10% in Italia. In Italia circa il 30% dei ricercatori sono donne, ma nonostante ciò siamo ancora ben lontani dall’aver raggiunto la parità dei sessi nel campo scientifico. Scienziate australiane di origine italiana illustreranno i loro settori di ricerca e parleranno dei loro percorsi di carriera successivamente al trasferimento dall’Italia in Australia.

Conferenza Italian Research Down Under. Svolta il 17-18 novembre 2016 presso la Flinders University ad Adelaide una conferenza multidisciplinare dei ricercatori italiani o di origine italiana che operano presso istituti di ricerca e universita' ad Adelaide (programma).

La Prima Conferenza "Pietro Baracchi" sulla Radioastronomia Italo-Australiana nell'Era di SKA, Perth 1-4 novembre 2016, intitolata a suo nome, è intesa a commemorarne il contributo all'astronomia australiana e a illustrarne gli stretti legami con quella italiana. La riflessione sulla vita e le esperienze di Baracchi ha offerto anche l'opportunità per riflettere sul futuro della radioastronomia internazionale nel contesto di grandi progetti come lo Square Kilometre Array (SKA). Sempre a Perth, si è svolto il 4 novembre 2016 il quinto incontro Italian Scientists Down Under.

Quarto incontro 'Italian Scientists Down Under', Sydney 29 settembre 2016.

Allo scopo della valorizzazione dei ricercatori italiani che operano in Australia, si è svolto il 5 maggio 2016 presso l'Istituto Italiano di Cultura a Melbourne, il terzo incontro intitolato 'Italian Scientists Down Under'. Il primo incontro degli 'Italian Scientists Down Under' si è svolto presso l'Ambasciata d'Italia a Canberra il 27 e 28 di novembre 2014 al quale hanno partecipato oltre 40 ricercatori di origine italiana operanti in Australia mentre il secondo incontro si è svolto a Sydney il 26 novembre 2015.

Innovazione in Viticoltura, Adelaide 7 dicembre 2015

Simposio sulla Ricerca Agricola, Canberra 3-4 dicembre 2015

Incontro Scienziati Italiani in Australia, Sydney 26 novembre 2015

Convegno-scuola sui materiali nanostrutturati per la sensoristica, l'elettronica e l'ambiente NanoS-E3, Kingscliff NSW, 27 settembre - 2 ottobre 2015

Simposio sul ruolo della Ricerca Biotecnologica nella cooperazione e lo sviluppo internazionale, Canberra 16 settembre 2015 (Programma)

In collaborazione con la Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura a Sydney, la Dott.ssa Donatella Cannova, l'Addetto Scientifico presso l'Ambasciata di Italia, Prof. Oscar Moze, ha organizzato un seminario pubblico dal titolo “The Science of Human History”. Il seminario, svoltasi il 26 marzo 2015 presso l’Istituto Italiano di Cultura a Sydney, ha avuto circa 70 partecipanti. Durante il seminario sono intervenuti quattro ricercatori italiani, di alto livello, sui più recenti ed importanti sviluppi scientifici e tecnologici legati all’utilizzo delle varie forme della luce nello studio dell'evoluzione umana.

Kurt Lambeck, professore di geofisica dell’Australian National University e scienziato tra i più illustri del suo Paese, ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Canberra 16 febbraio 2015

Incontro Scienziati Italiani in Australia, Canberra 27-28 novembre 2014

Visita delegazione dell'INFN e Convegno sulla Materia Oscura Stawell (Victoria) 27 settembre-3 ottobre 2014 (programma)

Sesto convegno bilaterale sulla Luce di Sincrotrone Melbourne 19-21 maggio 2014

Convegno bilaterale sull'Adroterapia Oncologica Canberra 10 ottobre 2013

Convegno-scuola sui materiali nanostrutturati per la sensoristica, l'elettronica e l'ambiente Nano-S3, Queensland, 15-20 settembre 2013

Tavola rotonda con scopo di consolidare la collaborazione industriale nel settore spaziale Canberra 2 luglio 2013

Convegno trilaterale sulla Matematica Teorica ed Applicata Wollongong 3-7 dicembre 2012

Convegno bilaterale sulla Spintronica Canberra 31 ott-1 nov 2012

Convegno internazionale sulla rivelazione di Onde Gravitazionali Perth 27-29 settembre 2012

Convegno bilaterale sulla Fisica delle Alte Energie Melbourne 12 luglio 2012

Quinto convegno bilaterale sulla Luce di Sincrotrone Trieste 15-16 maggio 2012

Convegno bilaterale sulla Biomassa Melbourne 8 dicembre 2011

Convegno-scuola sui materiali nanostrutturati per la sensoristica, l'elettronica e l'ambiente NanoS-E3, Kingscliff NSW, 12-16  settembre 2011 (Programma)

Convegno Italia-Francia-Australia sulla Nanofotonica Adelaide 24-25 agosto 2011

Simposio bilaterale sullo Spazio Canberra 28 settembre 2011

Convegno bilaterale sull'Applicazioni di Techniche Avanzate per la Caratterizazione dei Beni Culturali  Sydney 14-17 marzo 2011

Convegno bilaterale sulla Ricerca Biomedica su Ossa e Articolazioni Adelaide 21-23 febbraio 2011

Conferenza dell'Associazione per la Ricerca fra Italia e Australia, ARIA, Melbourne 1 luglio 2010, presso la sede del COASIT (Comitato Assistenza Italiani), una conferenza dell’Associazione per la Ricerca fra Italia e Australia ARIA, sezione di Victoria. Alla Conferenza erano presenti membri dell’ARIA Victoria quali il Prof. Tony Patti (della Monash University), la Prof.ssa Alessandra Giannini (della Royal Childrens Hospital), la Prof.ssa Cristina Morganti (della Monash University), il Prof. Pasquale Sgro (dell’Università di Deakin), il Prof. Mauro Sandrin (dell’Universita’ di Melbourne) e il Prof. Bruno Mascitelli (della Swinburne University of Technology). Erano inoltre presenti più di una ventina di ricercatori (non membri ARIA), per la maggior parte di origine italiana stabilitisi nei vari centri di ricerca di Melbourne. Le Associazioni ARIA hanno come obiettivo la promozione e la gestione delle attività connesse alla ricerca scientifica, tecnologica e delle scienze sociali tra i singoli Stati Federati australiani e l’Italia. Le associazioni ARIA, nate in Australia nel 2002, mirano a creare una rete di “scambi” fra i ricercatori dei due Paesi favorendo la cooperazione scientifica e tecnologica tra laboratori, unità di ricerca e singoli dipartimenti universitari. Tra i membri di ARIA figurano ricercatori australiani, ricercatori di origine italiana residenti in Australia da lunghissimo tempo e giovani ricercatori italiani, in genere dottorandi, borsisti o post-dottorati, che svolgono periodi di ricerca a tempo determinato.Per quanto riguarda ARIA-Victoria, ufficialmente registrata il 17 marzo del 2003, si contano attualmente meno di 10 iscritti. Nonostante il numero limitato di membri, l’associazione costituisce un punto focale per la cooperazione tra l’Italia ed i principali enti di ricerca dello Stato di Victoria (le università di Melbourne, Monash, LaTrobe, Deakin e Swinburne oltre al Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization - CSIRO). Lo scopo della conferenza era di presentare e discutere sulle possibili direzioni della collaborazione scientifica tra l’Italia e l’Australia. I vari scenari e le varie possibilità di aumentare la collaborazione sono stati illustrati da tre “speakers” ospiti, il Prof. Ray Cas della Monash University, il Prof. Pasquale Sgro della Deakin University e l’Addetto Scientifico presso l’Ambasciata d’Italia a Canberra. In particolare l’Addetto Scientifico ha illustrato in dettaglio l’attuale stato della co-operazione tra Italia e Australia nel campo scientifico-tecnologico, l’organizzazione del sistema ricerca in Italia e il nuovo Piano Nazionale della Ricerca.

Quarto convegno bilaterale sulla Luce di Sincrotrone Melbourne 19-21 febbraio 2010

I Lettori di Ossa Canberra 16 dicembre 2009

Italy:Research and Technology in Space Science, svolto il 21 ottobre 2009 presso la sede dell’Australian Academy of Science a Canberra nel ambito della 9a Settimana della Lingua Italiana nel Mondo. L’evento ha illustrato in modo concreto la capacità ed l’innovazione della ricerca e tecnologia italiane nel campo spaziale; all’evento che è consistito nella presentatzione di due filmati preparati dall’ufficio Thales-Alenia di Torino, hanno partecipato circa 60 persone, inclusi alcuni rappresentanti del gruppo di lavoro sulla politica spaziali del governo australiano.


42